Che cosa accade durante un intervento LASIK

Il giorno dell'intervento, è consigliabile che il paziente si rechi presso la clinica accompagnato da un'altra persona.  Le lenti a contatto morbide devono essere tolte almeno 24 ore prima dell'intervento, mentre quelle gas permeabili o rigide non devono essere utilizzate da almeno una settimana.  Si consiglia anche di non fare uso di prodotti cosmetici.

Prima dell'inizio della procedura, il chirurgo introdurrà alcune gocce di liquido anestetico nell'occhio sottoposto all'intervento.  L'occhio viene pulito con liquido antisettico, quindi viene applicato del nastro sulle ciglia e un fermo speciale utilizzato per tenere l'occhio sempre aperto.  L'altro occhio viene coperto.

Il chirurgo posiziona quindi un anello di aspirazione sull'occhio prima di sollevare un piccolo lembo della superficie della cornea per esporre il tessuto corneale sottostante.  Tradizionalmente, questa operazione veniva eseguita mediante uno strumento da taglio meccanico chiamato microkeratome, ma ora può anche essere compiuta tramite un tipo di laser chiamato femtosecond laser. La procedura non è dolorosa, ma causa la perdita della vista per circa 20 secondi. 
In un numero di casi molto ridotto, il lembo viene giudicato inadatto e viene pertanto riposizionato con l'interruzione del trattamento laser.  In genere, in questi casi il trattamento può essere effettuato nuovamente dopo un'attesa di tre-sei mesi.

Se il lembo è adatto allo scopo prefisso, al paziente viene chiesto di fissare una luce lampeggiante di colore rosso o verde nell'apertura del laser, quindi inizia il trattamento con laser ad eccimeri che consente di risagomare gli strati intermedi della cornea.  Il laser è estremamente preciso e solitamente la procedura dura circa 30 secondi.  Durante il trattamento, il paziente sente un rumore pulsante ripetitivo, causato dal funzionamento del laser che sfrutta una serie di brevi impulsi.  La chirurgia oculistica mediante laser genera poco calore, ma è possibile avvertire un leggero odore di bruciato, un effetto peraltro perfettamente normale. Al termine, il lembo viene riposizionato e vengono somministrate gocce per occhi contenenti farmaci antibiotici, antinfiammatori e steroidi. All'occhio viene anche applicata una protezione in materiale plastico che deve essere indossata per un massimo di 24 ore.

Dato che la procedura LASIK comporta la modifica della forma della cornea, cioè della parte che protegge l'occhio, nessuno degli strumenti utilizzati durante la procedura viene realmente inserito all'interno dell'occhio.  Il pericolo di infezione in seguito a un intervento LASIK risulta pertanto molto limitato.